Progetto MIND’S RIDE

Gli ultimi anni hanno visto un profondo cambiamento nel modello di cure dei pazienti, si è passati da un sistema desease centered ad un sistema patient centered. In questo nuovo paradigma si inserisce il Progetto MIND’S RIDE: un format di Patient Engagement Programme concepito e proposto con successo nel 2020 grazie ad un contributo non condizionato di Angelini e con il patrocinio di CONI, CIP e FISE.

Mind’s Ride è un progetto innovativo che pone l’accento sugli unmet needs del percorso clinico-assistenziale e soprattutto riabilitativo del paziente schizofrenico, con l’obiettivo di favorirne l’indipendenza, il recupero di una vita il più possibile autonoma e il benessere sociale.

Il Patient Engagement Programme si articola attraverso due dimensioni:

  1. CLINICA

con sessioni formative rivolte al paziente ed ai caregiver su tematiche quali:

  • riabilitazione cognitiva
  • psicoeducazione
  • integrazione
  • benessere sociale
  • il ruolo dello sport

 

  1. SOCIALE

con sessioni pratiche svolte in qualificati circoli ippici in cui ciascun paziente ha sperimentato:

  • l’andare a cavallo,
  • il grooming
  • il contatto con la natura.

Queste tipologie di attività fanno sì che il paziente si allontani dalla prospettiva depressiva ed inizi la ricostruzione di un “io” in grado di tollerare il contatto con l’altro.

 

 

I numeri di Mind’s Ride

  • 3 regioni (Puglia, Lazio, Toscana)
  • 3 circoli ippici
  • 6 giornate
  • 1 medico dello sport
  • 2 medici specialisti in psichiatria
  • 6 istruttori federali FISE
  • 5 associazioni pazienti
  • 1 clinica neuropsichiatrica
  • 80 pazienti
  • 20 caregiver

Il progetto Mind’s Ride nel suo complesso ha dimostrato la concreta possibilità per il paziente di andare oltre l’etichetta della malattia e ri-appropriarsi di un’identità personale. Il progetto ha riscosso un notevole successo e, sempre grazie ad un contributo non condizionato di Angelini, sarà replicato anche nel corso del 2021.

 

 

Guarda i video del progetto realizzato:

 

 

 

 

Organizzazione di eventi nell’ambito della formazione medico scientifica sempre più green

Inizia un nuovo anno all’insegna della sostenibilità per gli eventi di formazione medico scientifica!

Nonostante il 2020 sia stato un anno destabilizzante, con molte incertezze e cambi di rotta, Sanitanova ha continuato a guardare con fiducia al futuro e, partendo dalla consapevolezza del suo ruolo, ha voluto proseguire il proprio percorso strategico Green (vi ricordate il progetto Green2Green?) irrobustendo i processi di 𝗚𝗲𝘀𝘁𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗽𝗲𝗿 𝗹𝗮 𝘀𝗼𝘀𝘁𝗲𝗻𝗶𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗲𝗴𝗹𝗶 𝗘𝘃𝗲𝗻𝘁𝗶 preparandosi ad affrontare le sfide del futuro.

Come? La risposta è con gli eventi nell’ambito della formazione medico scientifica

Al termine del 2020 ha ottenuto il certificato di registrazione iso 20121:2012 con riferimento alla 𝙋𝙧𝙤𝙜𝙚𝙩𝙩𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙚𝙙 𝙊𝙧𝙜𝙖𝙣𝙞𝙯𝙯𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙙𝙞 𝙀𝙫𝙚𝙣𝙩𝙞 𝙣𝙚𝙡𝙡❜𝙖𝙢𝙗𝙞𝙩𝙤 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙛𝙤𝙧𝙢𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙢𝙚𝙙𝙞𝙘𝙤 𝙨𝙘𝙞𝙚𝙣𝙩𝙞𝙛𝙞𝙘𝙖

I nostri partner adesso possono contare su una realtà che potrà realizzare i loro eventi di formazione medico scientifica sostenibili, ottenendo un valore aggiunto.

L’importanza di portare avanti delle politiche di salvaguardia ambientale sono state rafforzate anche da una valutazione oggettiva: abbiamo provato a fare un calcolo di quanto C02 non sia stato emesso da aprile a dicembre 2020 (escluso agosto) relativamente ai soliti spostamenti aziendali di 6 risorse di Sanitanova.

Risultato?

219.912 km non percorsi (i km equivalgono alla distanza da Città del Capo –Sud Africa – fino a Capo Nord -Norvegia – andata e ritorno per 8 volte) che corrispondono a 51,616 t di C02 non emessi.

Sono numeri veramente importanti che ci hanno fatto riflettere sul modello di sviluppo aziendale che vogliamo condividere.

Per questo crediamo che la nostra politica di responsabilità ambientale Green2Green sia una grande opportunità per gli eventi di formazione medico scientifica.

Green2Green non finisce qui.

Presto vi parleremo di altre novità

Seguici su Lindedin

 

 

GREEN 2 GREEN, il nuovo progetto Sanitanova di responsabilità sociale a favore della salute del pianeta e dell’uomo.

Abbiamo sempre bisogno di tutto?

La complessità della risposta si è resa semplice in questo periodo di quarantena: NO.

Possiamo fare a meno di tante cose che sembravano necessarie: viaggi di lavoro continui, spostamenti in auto, spreco di risorse, utilizzo di materiali inquinanti e sfruttamento delle energie.

Sanitanova ha deciso di fare la differenza ed ha sviluppato un progetto di responsabilità sociale a favore della salute del pianeta e dell’uomo con Green2Green.

Riconvertire tutti i processi aziendali per essere più Green è un impegno complesso, serio e tangibile che genera negli uffici un’atmosfera nuova… rinnovata.

Il progetto mira anche a coinvolgere i partner, clienti, fornitori di Sanitanova affinché il processo di sostenibilità dell’azienda sia completo.

Dirsi green company, non significa solo utilizzare risorse ecologicamente sostenibili ma sostenere politiche di responsabilità sociale.

Sanitanova ha realizzato già una serie di azioni concrete, quali:

sostituzione dei bicchieri di plastica monouso con eleganti tazze in ceramica;

distribuito borracce termiche a tutte le risorse interne;

installato pratici erogatori di acqua in tutti gli edifici;

avviato un processo di certificazione ISO20121:2013.

La certificazione ISO20121 contribuisce a migliorare gli eventi di Sanitanova nella progettazione implementando un sistema di controllo e misurazione degli impatti sull’ambiente e la conseguente emissione di CO2.

Oltre a completare le fasi di certificazione, Sanitanova sta progettando ulteriori azioni di responsabilità sociale eco – sostenibili da sviluppare nelle prossime settimane.

Continua a seguire Sanitanova!

 

Translate »